Laserterapia IR

laser ir

La laserterapia è diventata ormai un presidio terapeutico multidisciplinare. In Fisioterapia, in particolare, viene comunemente usato a livello antalgico, antiflogistico e cicatrizzante. La linea Levelaser è particolarmente indicata in dermatologia (ulcere da decubito, necrosi cutanee, ustioni, difetti di cicatrizzazione, herpes zoster ecc.), medicina estetica, fisiatria, reumatologia e terapia del dolore (trattamento della periartrite scapolo-omerale, tendinite, sindrome del tunnel carpale, gonalgie, lombalgie, artrosi mani e piedi, artrosi cervicale, artrosi sacrale, sciatalgia, dorsalgie ecc.). L’insieme delle emissioni dei dispositivi Levelaser induce i seguenti effetti biologici principali:

  • Aumento del flusso ematico da vasodilatazione capillare ed arteriolare
  • Modifica della pressione idrostatica capillare
  • Svuotamento delle sacche intertissutali
  • Stimolazione del cambio elettrolitico
  • Innalzamento della soglia di percezione delle terminazioni nervose sensitive con minore sensibilità algica specialmente attraverso l’utilizzo del manipolo diodico e/o della radiazione fissa emessa dalla testata dei dispositivi Levelaser.

L’interazione del raggio laser e i tessuti biologici si svolge secondo meccanismi di assorbimento e di dispersione. A seconda del tipo di sostanze e del contenuto d’acqua il raggio laser presenta differenti coefficienti di assorbimento nei vari tipi di tessuto. Naturalmente questo dipende principalmente dalla lunghezza d’onda.

Controindicazioni e precauzioni

La terapia laser è controindicata nei casi di gravidanza, epilessia e neoplasia (salvo prescrizioni mediche). Si raccomanda:easy-one

di non indirizzare il raggio laser verso gli occhi e la tiroide.

è sempre obbligatorio proteggere gli occhi del paziente e dell’operatore con gli occhiali protettivi in dotazione con l’apparecchio, anche attivando il solo laser guida.

Accertarsi sempre che la zona da trattare sia pulita e priva di qualsiasi sostanza. valutare quantità e tipo di pigmento della pelle del paziente.

L’ area da trattare, scelta dal medico in base alla patologia, viene sottoposta all’emissione diretta del raggio laser per un periodo che va generalmente dai 3 ai 20 minuti. Il trattamento è di solito completato dopo una decina di sedute. E’ comunque il fisioterapista che dopo una breve visita al paziente ed effettuata una corretta diagnosi indica il protocollo di trattamento da seguire.

Destinazione d’uso

La gamma dei dispositivi medici per laserterapia è destinata ad uso terapeutico e copre l’utilizzo esclusivamente professionale. La gamma di potenziali utilizzatori risulta pertanto vasta e comprende:

 

  • Personale infermieristico e/o medico
  • Ospedali
  • Reparti di ortopedia
  • Centri di riabilitazione postoperatoria
  • Ambulatori medici
  • Società sportive
  • Centri privati di fisioterapia
  • Centri privati di terapia del dolore
  • Case di riposo
Share by: