Elettrostimolazione muscolare

elettrostimolazione muscolare

Che cos’è l’elettrostimolazione?

L’elettrostimolazione è una tecnica che prevede l’utilizzo di un particolare apparecchio, denominato elettrostimolatore, il quale produce stimoli che determinano contrazioni fisiologiche. Viene eseguita attraverso elettrodi che si applicano su uno o massimo due muscoli.

L’elettrostimolatore genera impulsi a bassa frequenza che provocano una contrazione muscolare simile a quella volontaria. Per una serie di motivi è controindicata a donne in gravidanza, a soggetti affetti da cardiopatie o aritmie, a chi soffre di epilessia e di ipertensione arteriosa.

 

Quando si deve usare?

L’elettrostimolazione può essere usata nei seguenti casi:

  • per rafforzare o mantenere la tonicità muscolare, specie a seguito di infortunio
  • per recuperare il tono dei muscoli in seguito ad un intervento chirurgico
  • per far acquistare ai muscoli più forza e resistenza
  • per bruciare le riserve di grasso localizzato

 

Quando non si deve usare?

Non c’è bisogno dell’elettrostimolazione quando:

  • la muscolatura è già tonica e si può praticare un’attività sportiva
  • questa voglia sostituire appieno l’esercizio fisico
  • si intenda dimagrire contando solo su questa

 

Quali sono i benefici dell’elettrostimolazione?

Di seguito un breve riepilogo dei vantaggi dell’elettrostimolazione:

  • a livello sportivo tutela il sistema muscolo-tendineo, lo allena e lo tonifica. Riduce i tempi di recupero e migliora la circolazione sanguigna. Particolarmente indicato per gli atleti che devono riabilitare il tono muscolare di un arto immobilizzato.
  • a livello estetico migliora il micro-circolo capillare, tonifica e rassoda i tessuti, riduce in piccola quantità il grasso e le adiposità come la cellulite.
Share by: